Chi è Ninfomane? Von Trier non c’entra (cerca su wikipedia)

Ieri pomeriggio ho fatto un giro con mia mamma e mia sorella. È bello che a ventitre anni riusciamo ancora a trovare la voglia e il tempo di stare con lei, anche perchè sono i momenti piú belli!

Eravamo in macchina ed eravamo dirette al Mc (mioddio Mc Angus Bacon da doppio orgasmo) quando, notando la gran quantità di prostitute appostate ai cigli della strada alle sette di sera, iniziamo a parlare di quanto sia ancora diffusa la prostituzione e dello schifo degli uomini che ci vanno a pagamento. Insomma, discorsi da bar e che lasciano il tempo che trovano. Con mia mamma che puntualizzava sul fatto che i pezzenti che vanno a puttane se non avessero quello come sfogo chissà come finirebbero. Precisava sul fatto che un uomo ignorante pensa al sesso e vuole farsi fare un pompino 24h su 24h perchè non ha altro di culturalmente o intelletualmente di piú aulico a cui pensare. Mentre persone come noi (noi chi?) hanno talmente tante cose da fare e da pensare che buona parte degli impulsi e delle energie li dedicano ad altro.

Io non ho detto niente ma dentro di me pensavo… Ok, mi reputo una persona piena di interessi, medio-alto intelligente, che segue una buona istruzione, presa da mille impegni e da lavori da fare….. Ma io davvero, sarà forse che sono una persona multitasking, penso al sesso 24h su 24h. Non dico che lo faccio, ma che almeno ci penso e che ne senta la voglia costantemente. Anche perchè essendo sola (al contrario di chi immagina le ragazze single come dei mignottoni) non ho proprio un uomo diverso ogni sera con cui scopare (problema mio problema dei soggetti che incontro non lo so). Quindi, essendo un pó fissata con il sesso ci penso comunque sempre e, spesso in mancanza della materia prima, mi arrangio anche da sola. Non mi vergogno ad ammettere che mi masturbo quasi tutte le sere, se non anche piú volte al giorno. È normale.

Bè questo quello che pensavo ma, anche se a mia mamma racconto tutto, non avevo voglia di ribattere dicendole che ha una figlia mentalmente ninfomane!

Anche perchè per essere ninfomane dovrei farlo, non solo pensarci.

Insomma, è normale. Il sesso è bello. Masturbarsi è divertente. È tutto normale.

Annunci

masturbarsi è divertente

Torna sempre la pioggia, non appena si inizia a sentirne la mancanza. Cosí si porge la guancia al vento che si è fatto piú freschino e si resta in ascolto del suono delle gocce che si infrangono sulla tettoia. Un ritmo incessante guida la scia di fumo che si fa spazio nel buio della notte, appanando la vista ma regalando la piacevole sensazione di poter sentire di piú.

In solitaria ci si fa compagnia; si scopre la bellezza che c’è nelle parole. Frasi scritte che hanno il potere di provocare la parte intima piú nascosta. Un gioco di complicità e due menti che si toccano a distanza.

Parlando di sesso, si tocca la propria sensibilità. 

Parlare di sesso potrebbe essere la cosa piú bella del mondo,

se solo fare sesso non lo fosse già.

Playing it cool (e Chris Evans è un figo)

Stavo per scrivere la solita patafiacca incominciando con la parola Amore……. 

Ho pestato la testa contro lo spigolo della mensola,

non c’è neanche piú bisogno che tiri le testate contro il muro. Ormai vengono da se le capocciate.

Finisco la sigaretta e me ne vado a letto.

Giusto così, alla fine cosa avrei potuto scrivere oltre al fatto che ho appena visto una bellissima commedia d’amore (guarda caso infatti l’ho guardata in inglese sottotitolata, of course, perchè non l’hanno ancora doppiata e in italia non è ancora uscito dopo un anno), e che mi è piaciuto un sacco questo film -il cui titolo è scritto come titolo-! 

Bellissima…. Oddio, forse perchè l’attore è bellissimo e l’attrice è bellissima? 

Boh, peró parlavano di scossa……….

Sí, quella che ho preso io staccando la presa del portatile dalla presa della corrente.

Sto farneticando, ho puntato la sveglia, la sigaretta è finita.

Vado a letto.

Cazzo, devo ancora lavarmi i denti prima.

Buona notte.

In partenza (senza peli)

Dovró fare causa ai film porno… E alle porno attrici.

Insomma, siamo sinceri… Davvero agli uomini piacciono le donne completamente depilate? O pensano di apprezzare una ceretta completa solo perchè gliela propongono le squinzie dei siti vietati ai minori?

Siamo seri, pure le donne di Picasso in mezzo alle gambe avevano un buschetto da far invidia alla foresta di Sherwood…. Avete ragione, loro erano francesi. E le francesi si sa… Hanno la r moscia.

Ok va bene, devo ammetterlo. I peli sulla gigia non piacciono nemmeno a me, è soddisfacente sentirsi completamente liscia e in ordine…… Ma non sarà solo perchè sono abituata a farmi la ceretta da quando ho scoperto cosa vuol dire essere donna?

Tra poche ore parto e, invece di pensare alle ultime cose da caricare in macchina, ho appena finito di scorticarmi via la mia gibigiaba fino all’ultimo pelo per essere sicura che in due settimane la situazione rimanga tale e quale ad ora, una piana desertica. 

Insomma, metti caso che incontro l’uomo della mia vita. Un bel andaluso pronto ad aspettarmi in spiaggia con un cocktail in mano………

Ommioddio, non sono ancora partita e già mi preoccupo di portarmi a letto uno spagnolo! Tiratemi una botta in testa e… Sperate che torni dalla Spagna sana e salva.

Che il viaggio abbia inizio!!!!!

Sapró amare ancora…

Quando dici basta… e quel basta non basta mai.

Quando pensi di essere diventata abbastanza forte, in realtà dentro di te sei solo piú vulnerabile.

Quando vuoi capire il motivo di tutto, niente ha piú senso.

Quando poi te ne vuoi fregare, in realtà ti frega piú di quanto vuoi.

Quando c’è il sesso, non c’è mai solo sesso.

Quando c’è l’amore, c’è (solo) l’amore.

Sveglia puntata!

La ciucca triste è la peggiore….
Non immaginavo che potessi sentire la sua mancanza in questo modo…..
Fa male, la tristezza si mescola alla solitudine…

E alla sua indifferenza.

Lo odio, davvero… 

Odio il suo atteggiamento indifferente nei miei confronti e

Odio lui.

La ciucca e io che penso solo alla mia sveglia che suonerà fra 4 ore! 
Ma fra quattro ore sorrideró ad un nuovo buongiorno!

Ce la posso fare!
Mi piace riempire le giornate di sorrisi.

Coniugati Passeggiare (Ogni tanto ti penso spesso) – Dente 🎶🌹❤️

Non posso dire di non averci provato.

Ci ho provato con tutta me stessa,

ho cercato davvero di tirar fuori il meglio di me per affidarlo a te, come se fosse il piú bel regalo che potessi farti.

Ho lottato contro il mio orgoglio, contro la mia razionalità ma anche contro il mio istinto.

Tutto dentro di me faceva a pugni per portarmi su un’altra strada. Ma sono sempre rimasta aggrappata a una piccola parte che non cedeva all’evidenza.

Imperterrita ti sono corsa dietro, inventandomi qualsiasi cosa pur di attirare la tua attenzione.

E tu rimanevi impassibile, neanche un minimo di considerazione in piú da parte tua… Eppure io non pretendevo la luna, solo il tuo sorriso.

Saró io che forse non ho quel meglio da offrirti, che non è abbastanza per guarire la tua solitudine.

Ho cercato in tutti i modi di capire come dovrei essere.

Fino a quando ho deciso di smetterla, come in un circolo di disintossicazione ho ripetuto a grande voce che mi stavo liberando. E lo dico a tutti, lo dico con convinzione anche a me stessa.

I fatti parlano chiaro, c’è un muro e io posso solo tirarci testate contro che tanto tu non l’abbaterai mai.

Ne sono consapevole e mi sento libera…

Cazzata! Tu ci sei ancora, lo sento nella mia parte piú profonda…. Mi convinceró ogni giorno che non è cosí, ma Ancora Tu è uno slogan indelebile.

E ti cerco nel sorriso degli altri, che non sorridono mai come Te (freddo alla pesca).

Dammi un bacio che fuori è la rivoluzione che non passerà in Tv

Il brianzolo con il santino del Duce (e una parte dei miei cari milanesi) va a messa tutte le domeniche dopo aver bestemmiato il sabato sera tra una tirata di coca e un vodka lemon.

Se fumi le canne, sei comunista.

Piange il martedí sera quando muore il cane protagonista del film e a suon di hashtag alla Salvini esulta alla notizia dei 700 morti a Lampedusa.

Se non credi in Dio, sei comunista.

Perbenisimo…. Cattiveria la chiamo io! Stupidità e ignoranza.

Di chi studia economia e va a lavare i piatti a Londra o a Sydney perchè “là si sta bene e imparo l’inglese”, perchè in Italia non c’è lavoro e “pulire i cessi degli italiani” – “no grazie mamma se no piange”.

Coglione che vendi il culo agli stranieri a casa loro, e a casa tua dici allo straniero di tornare a casa sua.

Se studi arte, sei comunista.

No! Non lo sono. O forse si…

Vado a destra, vado a sinistra.

No, non sto parlando di politica o ideologie sociali… Sto parlando della merda che avete nel cervello!

Fumo le canne, non credo in Dio e studio Arte…. E so cos’è l’amore.

Dimmi dov’eri… Ora che quasi mi piacevi.

Vorrei scrivere qualcosa, buttar giú pensieri e paranoie per sentirmi piú leggera.

Vorrei lamentarmi, riempire un elenco di cosa non va bene e ripetermi che fa tutto schifo.

Vorrei essere come voi, spensierati e menefreghisti che ascoltate musica di merda.

Vorrei chiudere gli occhi e sparire, sdraiata a pancia in su lasciando che l’acqua del mare mi culli via.

Vorrei lamentarmi di quanto sia terribile fare sesso quando fa caldo, e contraddirmi dicendo che invece non c’è niente di piú bello.

Vorrei credere in qualcosa e sperare che qualcosa di bello accadrà davvero.

Vorrei…. Te (freddo alla pesca)!

Drake – If you’re reading this it’s too late

Sono un blocco di ghiaccio in questo momento.
Non riesco a sciogliermi ed è una sensazione straziante.
Un vortice di sentimenti e sensazioni strane mi scombussola letteralmente.
Ma allo stesso tempo io mi sento fredda e insensibile. Non riesco a lasciarmi andare e non so neanche esattamente per cosa dovrei farlo, per cosa vorrei liberare ció che sento e che mi porto dentro.
Sto vivendo con la strizza al culo, mi assale spesso una felicità estranea che a volte confondo con la tristezza. E non so neanche per cosa provo questa gioia.
Vivo in apnea e mi trascino a dietro tanti pezzettini che non combaciano neanche tra di loro.
È tutto un puzzle senza senso.
So cosa vorrei, ma non so cosa voglio.
Ecco il mio problema.
Dovrei solo lasciar fare al tempo, aspettare.
Ma io sono impaziente, non so perchè e non so per cosa.
Ho paura di me stessa e di questo insopportabile e dolcissimo prurito che mi provoca tutta quest’ansia.
Sono scossa da certi brividi lungo la schiena, non faccio altro che sorridere e saltellare senza motivo.
Vorrei scoprirlo, ma potrei rischiare di trovare risposta nella cosa sbagliata.
O forse lo sbaglio che temo è effettivamente la cosa giusta in cui buttarmi.
Ma se poi mi butto e nessuno mi accoglie a braccia aperte dall’altra parte?