Sapró amare ancora…

Quando dici basta… e quel basta non basta mai.

Quando pensi di essere diventata abbastanza forte, in realtà dentro di te sei solo piú vulnerabile.

Quando vuoi capire il motivo di tutto, niente ha piú senso.

Quando poi te ne vuoi fregare, in realtà ti frega piú di quanto vuoi.

Quando c’è il sesso, non c’è mai solo sesso.

Quando c’è l’amore, c’è (solo) l’amore.

I sogni son desideri…….

Una delle cose in cui di sicuro sono brava è quella di crearmi dei sogni, di pormi degli obbiettivi da raggiungere.

Ma non so ancora se sono altrettanto brava a realizzarli poi…….

Ho sempre avuto l’abitudine di scrivere in elenco tutte le cose che voglio fare prima di morire. Niente di molto innovativo insomma…

Alcune cose sono decisamente delle sciocchezze, anonime e banali. Cose comuni, che non dicono nulla di me. Altri sogni invece sono quasi improponibili, grandiosi ma inconsistenti; che, sia se li si realizza o no, poco ti cambieranno la vita. Come andare a fare kayak nel Gran Canyon (sgamata, sono una grande fan di Into The Wild).

-Sposarmi

-Avere un figlio

Ora come ora, -sposarmi- non lo considererei uno dei miei obbiettivi principali. Credo nel grande amore, certamente. Ma il matrimonio non lo reputo indispensabile.

E avere un figlio? No, almeno due o tre; Giorgio, Ginevra, Vittoria, Davide…….

Potrei aprire un business! Vendere sogni e obbiettivi in quantità industriali.

Ho fantasia e immaginazione da vendere, e fin da quando è mondo sono la persona piú ambiziosa che io conosca.

Avevo tre anni quando dissi a mia mamma che da grande avrei fatto la ballerina di danza classica, ed è ancora il piú grande sogno che ho. Non riusciró mai ad abbandonarlo, è sempre stato l’obbiettivo numero uno. Quello che dà senso alla mia vita.

Ma la vita non è un film, e non è una favola. Con il passare degli anni mi sono abituata e ci ho preso gusto a crearmi dei nuovi sogni, a scoprire quali siano davvero i miei desideri piú intimi.

Non so se ne realizzeró mai uno, non ho la bacchetta magica e non ho intenzione di comprarli.

Posso dire per certo di provare da qualche tempo una strana sensazione, una bellissima sensazione.

Sono sulla strada giusta………….. Forse.

Voglio essere libera, insieme

Voglio che esci a bere una birra con gli amici. 

Voglio che, nel pieno dei postumi di una sbornia, mi chiedi di raggiungerti perché desideri stringermi tra le braccia e voglio accoccolarmi accanto a te. 

Voglio che, appena sveglio, parli con me di tutto quello che ti passa per la testa ma che ti senta libero di fare dei piani diversi per il resto della giornata.

Io farò altrettanto. 

Voglio che mi racconti delle tue serate con gli amici. 

Che tu mi dica di quella ragazza al bar che non smetteva di guardarti. 

Voglio che mi scrivi quando sei ubriaco per dirmi cose senza senso, solo per assicurarti che anche io ti sto pensando.

Sveglia puntata!

La ciucca triste è la peggiore….
Non immaginavo che potessi sentire la sua mancanza in questo modo…..
Fa male, la tristezza si mescola alla solitudine…

E alla sua indifferenza.

Lo odio, davvero… 

Odio il suo atteggiamento indifferente nei miei confronti e

Odio lui.

La ciucca e io che penso solo alla mia sveglia che suonerà fra 4 ore! 
Ma fra quattro ore sorrideró ad un nuovo buongiorno!

Ce la posso fare!
Mi piace riempire le giornate di sorrisi.

non ho paura del buio….

Non so quando ho smesso di credere.
Ho scoperto che Babbo Natale non esiste a 7 anni quando ho visto mio papà impacchettare il Game Boy Advance rosa con il gioco di Super Mario Advance che avevo chiesto nella letterina.
Ho smesso di aver paura dei fantasmi e dei mostri quando guardando un film horror mi sono addormentata dalla noia e gli spiriti sono solo make up usciti male.
Non credo in dio perchè la favola della Bella e la Bestia è piú bella del bambino nato in una grotta.
Ho cercato sempre di dare una spiegazione, non tanto razionale, ma che centrasse con il pensiero umano.
Io penso, non credo.
Come ad inglese, che il prof ti corregge -beacuse I think the sky is wonderful and not I believe-.
Mentre tutti sbagliano esprimendo un proprio pensiero iniziando la frase con -io credo che sei simpatico-.
No, io penso. Non credo.
Non sono materialista, preferisco solo usare la mente e aprire gli occhi.
Sono la persona piú sensibile ed emotiva a questo mondo. Penso davvero che esistano dei possibili legami profondi tra le persone e che l’amore vero esiste. Penso che la bellezza esista in quanto tale e che la vita vada vissuta come fosse un’opera d’arte.
Ho la pelle d’oca mentre guardo un tramonto…. Ma le piramidi egizie le hanno costruite milioni di schiavi ebrei, non gli ufo.

Scala 1:1

È giusto farsi dei progetti? Immaginare cosa vorremmo che accada e come vada?

Ho sempre creduto che se desideri fortemente qualcosa, quella cosa l’otterrai! 

Ma a volte c’è qualcos’altro che decide per te e le cose non vanno come speravi, come avevi progettato! 

Hai dato tutta te stessa a quella cosa, situazione o persona……. Qualcosa o qualcuno che nel momento in cui ci credevi, ci speravi, ti ha voltato le spalle.

Forse è questo il senso di tutto ció? Del nostro vivere? Una perenne insoddisfazione, una ricerca continua di qualcosa senza sapere cosa?

Ma allora gli obbiettivi personali? Lo scopo di ognuno di noi chi li decide se noi non abbiamo poteri decisionali?

A cosa credere quindi? Io ho sempre creduto che la cosa fondamentale fosse la buona volontà di ognuno di noi, la tenaca e la costanza nel voler provarci all’infinito… Fissarsi un obbietivo e doverlo raggiungere ad ogni costo!!!

Non è sempre cosí, non so come sia a dire il vero………