La legge del contrappasso.

I primi giorni di una dieta sono sempre i più terribili.
Sono i giorni del disagio,
delle quattro cicca in bocca e dello stomaco che si contorce dalla fame.
Le sigarette hanno il sapore delle patatine fritte e anche il giornalaio si è messo a vendere briosche e torte appena sfornate.
Ma è la legge del contrappasso, a una colpa corrisponde la pena contraria.

E Natale -pranzi di Natale, dolci di Natale, lasagne di Natale, vino di Natale, panettoni di Natale, salame di Natale, cioccolatini di Natale, cioccolata di Natale, whiskey di Natale, birra di Natale – è’ più di una colpa e quindi mi merito la mia pena.

Però è constato che quando mangi minestrone – frutta – verdura, a danza il corpo è più leggero e fare tre pirouette è più semplice.
Inoltre, c’è da dire, che il fatto di aver superato i primi quattro lunghi giorni di inizio-dieta significa solo essere riuscita a riprendere il controllo di me stessa.

Tra poco ricomincierò a saltellare di qua e di là,
come lo snoopy delle mie vignette preferite.

Annunci